Spedizione gratuita per l’Italia su ordini superiori a 69€ 

LA VINIFICAZIONE IN ROSATO

La produzione dei Vini rosati avviene attraverso la vinificazione omonima, una sorta di mix tra vinificazione in rosso e in bianco.

Dopo la vendemmia le uve ROSSE vengono trasportate in cantina e inserite nella PIGIODIRASPATRICE, vengono immediatamente allontanati i raspi e gli acini delicatamente pressati. Le bucce, a differenza della vinificazione in bianco, rimangono a contatto con il mosto e danno via a una MACERAZIONE PELLICOLARE per un breve periodo (tra le 6 e le 24 ore) favorendo l’estrazione di una parte di ANTOCIANI (responsabili del colore) e di sostanze aromatiche che caratterizzeranno il Vino ROSATO.

Trascorso il tempo previsto avviene la SGRONDATURA e le bucce vengono così separate dal mosto che viene inserito in un contenitore, in linea di massima di acciaio inox, proseguendo la fermentazione e l’affinamento come avviene per i vini bianchi.

Caratteristiche principali dei vini rosati sono i delicati profumi fruttati e floreali, uniti ad una freschezza equilibrata che si riscontra in bocca, con tannini appena pronunciati e non maggiormente strutturati come accade nei vini rossi.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *