Spedizione gratuita per l’Italia su ordini superiori a 69€ 

Vernaccia di Oristano

La Vernaccia di Oristano è un Vino prodotto dall’omonimo vitigno a bacca bianca, con acini poco consistenti e pruinosi, una buccia sottile e dai colori giallo dorato tendenti al verde.

Esplora la selezione di vini:
Vernaccia di Oristano

38.00

Famiglia Orro
Vernaccia, Vini Bianchi Sardi

36.00

Famiglia Orro
Vernaccia, Vini Bianchi Sardi

16.00

Famiglia Orro
Vernaccia, Vernaccia IGT Valle del Tirso, Vini Bianchi Sardi

22.00

Famiglia Orro
Vernaccia, Vernaccia IGT Valle del Tirso, Vini Bianchi Sardi

29.00

Tenuta Monte Edoardo
Vermentino, Vernaccia

26.00

Famiglia Orro
Vernaccia, Vini Spumanti Sardi, Vini Bianchi Sardi, Vernaccia IGT Valle del Tirso
DEMO TIPS

Vernaccia di Oristano

Tipico della zona dell’oristanese, come deriva appunto la declinazione del suo nome, può essere utilizzato per la produzione della Vernaccia di Oristano DOC, disciplinata da particolari normative che ne rendono possibile la coltivazione e lo sviluppo soltanto in pochi comuni nella provincia.

Il suo nome deriva dal latino vernacula, ossia di casa; nonostante le sue origini siano ancora incerte vari studi moderni ne collocano la presenza e la coltivazione in Sardegna in tempi molto antichi, riconoscendogli appunto l’autenticità come vitigno autoctono sardo.

Al tempo dei Giudicati grazie alla “Carta de Logu” e per volere di Eleonora d’Arborea vennero istituite delle leggi severe per la salvaguardia del vitigno e l’implemento della sua coltivazione nei terreni incolti, dando lustro e importanza alla Vernaccia di Oristano.

La coltivazione e la conseguente produzione della Vernaccia di Oristano vide una brusca frenata con l’arrivo del parassita fillossera all’inizio del secolo scorso, che distrusse gran parte delle superfici vitate dell’Isola; tuttavia avvenne un nuovo incremento nella coltivazione e produzione negli anni a seguire, senza però riuscire a coprire i fasti dei tempi più antichi.

Prima DOC istituita in tutta l’isola nel 1971, ha purtroppo subito una continua decrescita produttiva dimezzando di fatto la superficie vitata. Negli ultimi anni però si sta verificando una controtendenza, con l’incremento (seppur minimo) della coltivazione della Vernaccia di Oristano, garantendo sempre eccellente qualità nel prodotto.

E’ possibile produrre la Vernaccia di Oristano attraverso i metodi Secco, Superiore, Superiore Riserva, Liquoroso, Liquoroso Secco o Dry: per ognuno dei metodi è previsto un disciplinare specifico relativamente a gradazione alcolica e affinamento.

Qualche produttore ha da poco iniziato la produzione della Vernaccia di Oristano in versione spumantizzata sia con il metodo classico che con il metodo ancestrale, con uvaggi in purezza o con blend di altri uvaggi territoriali; in entrambi i casi vengono ottenuti dei prodotti unici ed inimitabili, fortemente di pregio.

Particolarità della Vernaccia di Oristano è la raccolta tardiva delle uve per aumentare la concentrazione di zuccheri negli acini e una lunga fermentazione per permettere agli zuccheri presenti in elevata quantità di trasformarsi in alcol.

Infine il Vino ottenuto viene messo in botte scolma (ossia non riempita completamente) per favorire il contatto con l’aria, la quale fa in modo di creare in superficie dei particolari lieviti, chiamati flor, che lo proteggono dall’ossigeno.